Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Puglia’

biennaleskopje2009

La Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo è considerata la più importante vetrina mediterranea della creatività giovanile, ed accoglie artisti tra i 18 e i 30 anni che si esprimono in arti plastiche, architettura, fumetto e illustrazione, cinema e video, grafica di comunicazione, design, moda, fotografia, letteratura, gastronomia, musica, teatro e danza, interventi metropolitani d’arte.

La storia della Biennale iniziò nel 1985 a Barcellona, dando vita ad un percorso creativo che si è sviluppato in più di vent’anni attraverso le edizioni di Barcellona 1985, Salonicco 1986, Barcellona 1987, Bologna 1988, Marsiglia 1990, Valencia 1992, Lisbona 1994, Torino 1997, Roma 1999, Sarajevo 2001, Atene 2003, Napoli 2005 e Puglia 2008.

La XIV edizione della Biennale sarà organizzata dal Comitato Organizzatore della Biennale Skopje 2009 e si svolgerà dal 3 al 12 settembre 2009 a Skopje.

Il tema di quest’edizione è “Le Sette porte”: gli artisti sono invitati a ispirarsi a un’antica leggenda sulla città di Skopje, secondo la quale le sette porte cittadine sorgono nei punti in cui si trovavano gli occhi, il naso, la bocca e le orecchie di un gigante.

Sono aperte le selezioni regionali per rappresentare la Puglia alla XIV edizione. L’Arci organizza le selezioni regionali relativamente a cinque sezioni: arti visive, arti applicate, cinema e video, narrazione e poesia, musica. Tutti i giovani pugliesi che lavorino o semplicemente si dedichino a queste forme di espressione artistica possono presentare la propria domanda ai Comitati Arci di Bari e di Lecce.
Possono partecipare al bando regionale giovani pugliesi di età non superiore ai trenta anni.

Per maggiori informazioni sulla storia della Biennale, dell’Associazione BJCEM e della Biennale Skopje 2009, si può visitare il sito www.bjcem.org. Per segnalazioni, comunicazioni e richieste di chiarimenti i partecipanti possono far riferimento alla Associazione Bjcem all’indirizzo skopje2009@bjcem.org.

Per ulteriori informazioni sulle selezioni regionali di Puglia è possibile contattare l’Arci all’indirizzo info.bari@arci.it o al numero 080.5421468. Scarica il bando.

Danilo Macina

Read Full Post »

in-vino-veritas

Un viaggio nella storia e nella scienza con un bicchiere di vino in mano. La mostra Scienza di Puglia. Secoli V a.C.-XXI d.C., visitabile a Bari, presso la Cittadella Mediterranea della Scienza, dal 1° al 20 dicembre 2008, per far fronte alle richieste del pubblico adulto resta aperta anche di sera. L’esposizione, curata da Francesco Paolo de Ceglia e organizzata dal Seminario di Storia della Scienza e dal CISMUS dell’Università di Bari, ospiterà, venerdì 12 dicembre, alle ore 18.30, l’evento “In vino veritas: tra scienza, letteratura e tavola, una chiacchierata, tra il serio e il faceto, per riscoprire, ripercorrere e accarezzare i sapori della tradizione enologica pugliese”.

Interverranno Giuseppe Cascella, consigliere della Fiera del Levante, Mauro Di Giandomenico, direttore del Seminario di Storia della Scienza, Giacomo Giancaspro, vicepresidente nazionale della Fic (Federazione Italiana Cuochi), Aldo Luisi, docente della Facoltà di Lettere e Filosofia, Giuseppe Palumbo, amministratore delegato di Tormaresca s.r.l., Vito N. Savino, Preside della Facoltà di Agraria. A moderarli sarà Roberto De Pietro, Presidente Nazionale dell’Aisa (Associazione Nazionale Stampa Agricola).

Seguirà una degustazione gentilmente offerta dalla Cantina Tormaresca, con un ventaglio dei suoi vini più rappresentativi, quali il Chardonnay, Masseria Maìme e il Bocca di Lupo. Sarà inoltre possibile visitare la mostra Scienza di Puglia. Secoli V a.C.-XXI d.C., un viaggio attraverso i secoli, dalle origini magnogreche sino ai nostri giorni, che condurrà l’ospite tra i tesori nascosti della cultura locale. Un percorso nell’evoluzione della ricerca pugliese per superare le artificiose barriere tra le “due culture”, la scientifica e l’umanistica. Perché unico è lo sforzo per comprendere il mondo e risolverne i problemi.

Qui ulteriori informazioni sulla mostra e sulla location.

Danilo Macina

Read Full Post »

puglianightparade

Un evento di grande importanza per un buon assaggio di ciò che ci prepara il “natale pugliese”. Pubblichiamo il comunicato stampa con l’indicazione degli ospiti e delle città che ospiteranno. Potete anche scaricare il programma completo in formato PDF.

La Puglia diventa il più grande palcoscenico a cielo aperto del mondo. Dal 5 al 7 dicembre, infatti, “Puglia Night Parade” metterà in scena più di 80 spettacoli, il meglio degli artisti di strada, danza, teatro, musica e concerti, in un sapiente mix fra turismo, cultura e intrattenimento. Dai colossi del nuovo circo visuale Cirque du Soleil e Les Farfadais, al teatro di strada dei Transe Express, alle compagnie teatrali Els Comediants e La Fura dels Baus, le eccellenze sulla scena artistica mondiale, trasformeranno la Puglia in una vetrina internazionale. Le città di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Barletta, Andria e i due siti Unesco di Alberobello e Castel del Monte ospiteranno una folta serie di spettacoli di altissimo livello artistico e culturale. Oltre alle spettacolari parate che travolgeranno la scena urbana, strade, piazze, chiese, castelli e palazzi storici saranno occupati da eventi, mostre, reading, spettacoli teatrali e musicali. In calendario, per citarne solo alcuni, concerti di Franco Battiato, Roy Paci, Boban Markovic e Frank London, Arbore e l’Orchestra Italiana e Mario Rejes & Gipsy All Stars, Piero Pelù, Ambrogio Sparagna, Lucio Dalla, Madredeus, Eugenio Bennato, Antonello Venditti, Pino Daniele, recital di Giancarlo Giannini e Patrizia Valduga, performance di poeti, scrittori e testimoni della Puglia nel mondo. Promossa dall’Assessorato al Turismo della Regione Puglia con l’organizzazione del Teatro Pubblico Pugliese, la manifestazione rappresenta un’opportunità per l’intero territorio di far rivivere, aprendole alla fruizione di un turismo nuovo, fuori stagione, le città e i centri storici con il loro straordinario patrimonio di chiese, musei, castelli e siti turistici. Sono già disponibili pacchetti turistici con itinerari creati ad hoc nei luoghi coinvolti dalla manifestazione e altri eventi si aggiungeranno in calendario.

Danilo Macina

Read Full Post »

Lunedì, 1° dicembre 2008, alle ore 11.00, a Bari, presso la Cittadella Mediterranea della Scienza, il Seminario di Storia della Scienza e il Cismus (Centro Interdipartimentale di Servizi per la Museologia Scientifica) dell’Università di Bari inaugurano la mostra “Scienza di Puglia. Secoli V a.C. – XXI d.C.” L’esposizione rimarrà aperta fino al 20 dicembre 2008.

Abiti come quelli indossati dai “medici della peste” del Seicento, esemplari vivi dei ragni che, secondo la tradizione, avrebbero indotto il tarantismo, oggetti appartenuti a personaggi come Nicola Pende e Arcangelo Scacchi… ma anche computer, video esplicativi e giochi didattici… e bolle di sapone! Folklore e razionalità. Insomma, un percorso nella storia della ricerca pugliese – dalle origini magnogreche ad oggi – che intende superare gli steccati artificiosamente eretti tra le “due culture”, l’umanistica e la scientifica. Unico è infatti lo sforzo per comprendere il mondo e per risolverne i problemi.

L’iniziativa è il frutto di una complessa ricerca interdisciplinare – avviata grazie alla legge 6/2000 – che ha visto come primo esito la pubblicazione del volume Scienziati di Puglia (Adda Editore, Bari 2007, 690 pp.). La mostra è stata finanziata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca. Un contributo è stato anche offerto dal Consiglio Regionale della Puglia. Il curatore, il comitato scientifico e i collaboratori hanno tutti lavorato a titolo gratuito.

La mostra è stata studiata per essere fruibile a vari livelli: guide appositamente formate accompagneranno i visitatori, calibrando i propri interventi in base al gruppo ospitato. Ed è per questo che, dal 2009, il gruppo promotore si renderà disponibile a collaborare con le scuole interessate all’organizzazione di seminari e conferenze sull’impiego della storia della scienza nella didattica delle discipline umanistiche e scientifiche.

Il biglietto d’ingresso (destinato a coprire le spese amministrative della Cittadella) è di € 2.00 a visitatore. Chi voglia visitare anche il resto della Cittadella Mediterranea della Scienza sarà chiamato a versare altri € 6.00. La mostra, dopo l’inaugurazione, il 1° dicembre, sarà aperta tutte le mattine, dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 13.00; su prenotazione, il martedì e il giovedì pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00.

Prenotazioni: 080/5357653 – 080/5348482 oppure info@cittadellamediterraneascienza.it – scuolaillabirinto@virgilio.it

Danilo Macina

Read Full Post »

FESTIVALAND… non solo teatro.

Il 21 giugno è giorno di avvio per FESTIVALAND (dal progetto “P.I.S.T.E.”, Puglia Imperiale Special Tourist Event), primo grande evento di sistema che vedrà il territorio di Puglia Imperiale diventare luogo dello spettacolo, dell’accoglienza, dell’ospitalità, delle relazioni sociali.

Per tre fine settimana, i 60 chilometri della Riviera Adriatica su cui si affaccia la Puglia Imperiale, le distese verdi e pietrose della Murgia, i siti archeologici, le oasi naturalistiche e i borghi antichi, saranno un’esplosione di luci, suoni, immagini, colori.

Un unico grande palcoscenico a cielo aperto per questa festa itinerante, spalmata nei tre sabati di inizio estate (il 21 e 28 giugno e il 5 luglio) sullo scenario artistico e naturale dei 13 comuni che partecipano al progetto (Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa, Corato, Margherita di Savoia, Minervino Murge, S. Ferdinando, Spinazzola, Trani e Trinitapoli, questa volta affiancate anche da Ruvo e Terlizzi): attraverso i centri storici, le piazze, le spiagge, i viali dello shopping, i locali, i ristoranti, i siti monumentali, il programma proporrà concerti musicali, performance teatrali, illuminazioni a tema, feste sulla spiaggia, scenografie e arredi urbani dai tratti suggestivi.

Corato accoglierà un vero ospite d’eccezione, il giovane e prodigioso pianista jazz RAPHAEL GUALAZZI.

L’appuntamento è in Piazza Sedile, il 28 giungno alle ore 21,30

Raphael Gualazzi

La sua musica nasce dalla fusione della tecnica Rag-time dei primi anni del ‘900 con la liricità del Blues, del Soul e del Jazz nella sua forma più tradizionale, ispirandosi alle sonorità tipiche del pre-jazz arcaico e dello stride-piano facenti capo a Scott Joplin, Jelly Roll Morton, Fats Waller, Art Tatum e Mary Lou Williams, ma anche ai colori tipici del blues di Ray Charles e Roosevelt Sykes. Diverse influenze “soul” ispirate a figure di grandi artisti eclettici quali Jamiroquai e Ben Harper, restituiscono l’ascolto ad una dimensione di grande attualità, in uno stile personalissimo dove le radici tradizionali si fondono con le tendenze musicali più innovative.

Potete scaricare il programma con tutti gli appuntamenti dell’evento.

Danilo Macina

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: